Noi ci prepariamo, il resto del mondo si muove

Pianificare per non agire

22/07/2013 | Di Claudio_VL | Commenti: 0

Noi ci prepariamo, il resto del mondo si muove

Calton Hill, Edimburgo. Due ragazze italiane, carine, ben vestite, parlano tra loro. Desiderano salire sul National Monument, il colonnato di cui abbiamo pubblicato una foto ieri. Elencano i pro e i contro, cio' che le frena sono i due gradoni iniziali, alti circa un metro ciascuno. Discutono sul punto migliore in cui iniziare a salire, ma senza provare a girare intorno al monumento per trovare una salita piu' facile.

Nel frattempo, sul monumento sono salite tante persone: due ragazzine asiatiche, credo malesi, alte un metro e quaranta; un settantenne francese magro come un chiodo; due bambini sui sei-sette anni, la loro mamma, di colore, parla tedesco col compagno; una compagnia italo-taiwanese di cinque persone, mezza eta', ben poco atletici.

... vorrei aggiungere alla lista di quelli che sono saliti sul monumento anche i Sette Nani senza Biancaneve, un tizio con la sua sedia a rotelle, e una comitiva di centenari di un ospizio polacco, ma credo bastino le osservazioni precedenti - vere - ad illustrare un'osservazione sul nostro carattere nazionale: spesso perdiamo tempo a teorizzare, pianificare, discutere, anziche' fare semplici prove pratiche, test empirici. Provare a scalare un 'gradone' per poi provare a scalare quello successivo.







Argomenti: abrasioni superficiali, cartoline, italianità, Scozia

Commenti (0)Commenta

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Sei per sette fa...


Codici consentiti