In treno da Trondheim ad Oslo, e poi si torna a casa

Bilancio di un viaggio in treno attraverso la Norvegia

09/11/2023 | Di Claudio_VL | Commenti: 0

Arriviamo a Trondheim col treno notturno da Bodø, con un'ora di ritardo, alle otto di mattina. Io ho dormito pochissimo, il resto della comitiva (moglie, cognata e nipote) pare aver dormito bene.



Vista sul Nidelva ("fiume Nid"), Trondheim. Mi scoccia, aver avuto solo poche ore a disposizione per vedere Trondheim, giorni fa. Sara' il caso di tornare?

Colazione in stazione. Alle nove e mezza prendiamo il treno per Hamar, arrivo previsto alle 15:44, e da lì dovremo poi fare un'altra ora di treno fino a Oslo, poi l'aereo per Heathrow, poi l'autobus 442 per andare a casa, poi una camminata di otto minuti, poi saremo a casa. Un po' mi manca, il mio letto.

Il panorama, oggi, è piuttosto desolato. Che poi, volendo, non è cosi' diverso dal panorama che vedrei in treno d'inverno in Piemonte, magari con la Canavesana

Il percorso in treno attraverso la Norvegia:


Era da un po' che volevo far fuori queste confezioni di instant noodles coreani acquistati in un supermercato a Svolvær. Un ottimo pranzo d'emergenza, se il servizio a bordo del treno non offre niente di gradito.


Mi alzo per fare foto dai finestrini delle porte del treno, più puliti di quello vicino a me. Una donna mi raccomanda di fotografare la chiesa del prossimo paese, che conosce bene.

Carina, la chiesa (non ricordo la località), ma se dovessi fare una deviazione per vedere una chiesa, preferirei vedere quelle tipiche, in legno, tipo la Stavkirke

"Poi me ne sono andata, era un posto noioso. Diventava interessante solo quando c'erano stranieri in giro. Facevo la barista".
Ho l'impressione che abbia già avuto un cicchetto, biascica quando parla. O forse è stata dal dentista ed è ancora parzialmente sotto l'effetto dell'anestesia, non è che tutti gli scandinavi inizino a bere alcolici a colazione...

È molto gentile e prodiga di informazioni; è possibile che parlare con un perfetto sconosciuto, per di più straniero, sia più facile che attaccar bottone con un altro norvegese.



Vorrei aggiungere informazioni utili ai viaggiatori, osservazioni brillanti sulla Norvegia e sul "carattere nordico" (ammesso che esista)... ma vi risparmio.



Sul treno verso Hamar ci dedichiamo a cartoline e riposo. Da Hamar a Oslo ci vuole poco, in aeroporto ceniamo a base di pesce. Imbarco, volo, autobus, a casa, pulizia delle ruote dei trolley, spuntino serale (o forse era un te'), doccia, e poi si va a dormire. Dopo tante giornate intense, questa è stata quasi senza storia.

Bilancio di questo viaggio


Fine del viaggio, domenica 22 ottobre 2023. Lo rifarei? Quasi certamente si', l'unico punto di domanda riguarda i treni notturni: uno ce l'hanno cancellato e sull'altro non ho dormito. Qui di fianco vedrete i costi sostenuti per questi nove giorni in aereo, treno e hotel. In breve: circa 2.500 euro a persona.

Se volete (ri)leggere le tappe di questo viaggio e rivedere le foto che ho pubblicato, ecco i post pubblicati finora:


Tutti i racconti e le foto di questo viaggio sono disponibili anche presso Viaggio in Norvegia in treno. Grazie per l'attenzione; se vi sono piaciute le cose che avete letto e visto su ViaggiareLeggeri, condividetele coi vostri conoscenti.



Argomenti: Norvegia, racconti, treni, Viaggio in Norvegia in treno

Commenti (0)Commenta

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Venti diviso dieci uguale...


Codici consentiti

Potrebbero interessarti...